Home / Android / Trasformare il televisore in una smart Tv con il box Android

Trasformare il televisore in una smart Tv con il box Android

Tutti coloro che possiedono un televisore con ingresso HDMI possono trasformare l’elettrodomestico da salotto, in tutto e per tutto, in una potente smart Tv. Basta infatti acquistare un Tv box Android che è un dispositivo che non solo è in grado di leggere e riprodurre qualsiasi formato video, ma anche di supportare tutte le applicazioni più famose. In più, cosa che di certo non guasta, il box Android ha un costo molto contenuto ed è facile ed intuitivo da usare.

Nello scegliere il box migliore per la Tv, come peraltro messo in evidenza sul sito s-m-webblog.com , è possibile portarsi a casa un dispositivo che, collegato al televisore, funziona in maniera fluida per la riproduzione dei contenuti multimediali senza dover lasciare ad esempio il computer acceso utilizzando soluzioni alternative come Chromecast. In più, è sempre tutto sotto controllo nell’accesso ai canali satellitari e nella personalizzazione avanzata con il telecomando in dotazione oppure direttamente con il controllo via smartphone o tablet andando a scaricare l’applicazione giusta.

Per l’acquisto di un buon box Android per il proprio televisore, i requisiti minimi sono rappresentati da una CPU Octa-core 64-bit, 16 GB di memoria interna espandibile tramite SD, almeno 2 GB di RAM, WiFi, Bluetooth, uscita AV e supporto 4K. I migliori modelli sono inoltre dotati di antenna esterna, al fine di una migliore ricezione del WiFi, di servizi pre-installati come Netflix e YouTube, e di telecomando che è gestibile con i comandi vocali.

Il box con il sistema operativo Android più noto, al fine di trasformare il televisore in una smart Tv, è il Nexus Player. Trattasi di un dispositivo che rientra nella gamma Nexus di Google corrispondente ad una linea di dispositivi mobili che, prodotti in collaborazione con degli OEM, sono dotati di sistema operativo Android. Nello specifico, il Nexus Player è stato realizzato da Google insieme al produttore Asus per permettere all’utente di riprodurre attraverso la Tv i file multimediali in streaming, dai video ai film e passando per la musica.

Nel puntare poi tutto su Chromecast, il Nexus Player nel mese di maggio del 2016 è stato rimosso dalla vendita sul Google Store con la possibilità di acquisto, fino ad esaurimento delle scorte, solo attraverso rivenditori terzi. L’uscita di Google dal mercato dei box per i televisori con il sistema operativo Android ha poi permesso ad altri produttori di lanciare sul mercato nuovi modelli, e tra questi NVIDIA con lo Shield Box e la Xiaomi con il Mi Tv Box. Come sopra accennato, il vantaggio comune dei box Android, per trasformare il televisore in una smart Tv, è rappresentato dal costo in quanto con meno di 100 euro è possibile rendere l’elettrodomestico da salotto un potente dispositivo multimediale.

About Redazione

Notizie di tecnologia scritte a più mani dalla redazione di newsmobile.it per dare il meglio delle news in tempo reale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *